2015 EXPO_Milano

EXPO 2015 – Il Padiglione Irlanda in collaborazione con EFACIS (European Federation of Associations and Centres of Irish Studies) ha organizzato, il  23 ottobre, una giornata di studi dedicata al monaco irlandese San Colombano.

L’architetto Bertoncini è stata invitata a tenere un intervento sul tema “Developing a trans-national Columban Way” (Lo sviluppo  del Cammino Europeo di San Colombano).

L’Unione Europea per la sua partecipazione a EXPO 2015 ha scelto il titolo: “Coltivare insieme il futuro dell’Europa per un mondo migliore”, “cercando di creare un ponte tra il tema dell’esposizione e il visitatore, cercando il suo impegno per la creazione di un’Europa e di un mondo sempre più sostenibile. Nutrire il Pianeta vuol dire molto più che occuparsi di alimentazione. Significa dotarsi di un mercato interno ben funzionante e di un sistema multilaterale di scambi commerciali, vuol dire fissare standard igienico-sanitari per gli alimenti e favorire una logistica efficiente[1]”.

Bertoncini sottolinea coma gli insediamenti monastici colombaniani erano anche vere e proprie aziende agricole disseminate in Europa e collegate tra loro. Impegnati nella bonifica dei terreni, nella coltivazione e nella “ricerca agroalimentare”, diremmo oggi.   Bertoncini vuole promuovere, attraverso i prodotti delle terre di San Colombano, turismo e sviluppo sostenibile che trova nel Columban Way come European Cultural Route appropriato canale di promozione di: “Destination Europe”.

"Per promuovere l’Europa bisogna lavorare fianco a fianco, insieme, come cittadini europei tenendo a mente lo spirito Europeo trasmesso nel motto “Uniti nella Diversità”, rappresentato dalla bandiera Europea e diffuso dal suo Inno. “Si parla molto dei problemi di questa Vecchia-Nuova Europa, si parla poco dei cittadini europei, delle aspirazioni, dei bisogni e dei sogni ma fu proprio da una visione e da un “sogno” condiviso che nacque l’Europa a seguito di Guerre che la dilaniarono. E’ tempo di convogliare le energie per costruire insieme il futuro dell’Europa, partendo dalla terra, dalle comuni radici dell’Europa, se si vuole che questa cresca e dia frutto. Tra i frutti che esprimono e nutrono l’Europa ci sono libertà e dignità di sentirsi Cittadini Europei. Per ottenere frutti dalla terra occorre lavorare costantemente, giorno dopo giorno, in equilibrio con l’ambiente e fianco a fianco. Solo così le paludi ed i boschi divennero campi coltivabili e nutrirono intere generazioni”- afferma Bertoncini.

The Ireland Pavilion Expo in cooperation with EFACIS (European Federation of Associations and Centres of Irish Studies) has organised a public seminar on October 23rd followed by a series of cultural events, performances and demonstrations from the Province of Pavia on October 24th.   Columbanus Seminar October 23rd 2015   10.30 Welcome: John Kennedy, Commissioner General, Ireland Pavilion 10.40 Remarks by regional officials and academics TBC 11.00 The importance of Columbanus for Europe    Jean-Michel Picard, University College Dublin 11.30 Coffeebreak (15 min) 11.45 The importance of Columbanus for Northern Italy · Alessandro Zironi, University of Bologna ·       Eleonora Destefanis, University of Eastern Piedmont, Vercelli 12.45 Lunch 14.00 The importance of Columbanus for Northern Italy (Continued) ·Roberta Conversi, , Archaeologist, Archaeological Heritage of Emilia Romagna, Ministry of National Heritage, Culture and Tourism 14.30 Researching the footsteps of Columbanus:  Renata Crotti, Pavia University. 15.00 Developing a trans-national Columbanus Way: Manuela Bertoncini, Green Buttereflies NGO  15.30 Irish Studies in Europe/Italy: Donatella Abbate Badin, University of Turin